Storia della nostra Parrocchia

1a21ef48948f919a73e34217076fe6a52.jpg

Ci limiteremo a narrarvi i punti storici più salienti della nostra comunità.                                       È stato un compito abbastanza arduo riassumere in pochissime parole la storia ultracentenaria della nostra comunità. L’ordine dei domenicani nacque in seguito ad un evento storico importante ovvero la diffusione delle eresie in Spagna (siamo in piena epoca medioevale).   San Domenico sentì il dovere di contrastare tale fenomeno attraverso la divulgazione e predicazione della Parola di Dio. Non a caso i domenicani sono conosciuti anche sotto il titolo di Frati Predicatori. Finalmente, durante il pontificato di Papa Onofrio III, il 22 Dicembre del 1216 i Domenicani divennero ufficialmente un ordine religioso osservando la regola agostiniana.

EX CONVENTO

I Domenicani giunsero anche ad Acquaviva. In passato Acquaviva ha avuto una forte vocazione religiosa; ancora oggi ci sono segni tangibili di tali presenze (vedi la chiesa di San Domenico, San Benedetto, ecc..) Fonti storiche sostengono che i Domenicani comparvero ad Acquaviva intorno al 1471.Nel 1471 non si parlava della Chiesa-Convento di San Domenico bensì si parlava dell’esistenza di un convento domenicano dedicato a Santa Maria di Loreto sotto il Papa Paolo II (come scrive il Piò). In origine il convento era molto ristretto e c’era una piccola chiesa “primitiva” per svolgere i divini uffici. Tra il 1500 ed il 1600 si ebbe un notevole cambiamento: il Convento fu ampliato. Si può risalire a questo avvenimento grazie ad un documento (più che altro una relazione) fatta dal tabulario napoletano Virgilio di Martino (per conto del regio consigliere Carlo Tappia) il 22 novembre 1611.                                           Facciamo attenzione! Qui si sta parlando del Convento e non della Chiesa!

Un’iscrizione del 1606 (purtroppo andata distrutta) suscita una certa curiosità: VIVIS VIVIMUS AMNIS 1606.

Il significato è: VIVIAMO AD ACQUAVIVA 1606.Non a caso abbiamo voluto inserire questo passo nella home page del nostro sito parrocchiale. Da questa iscrizione si può dedurre la riconoscenza dei Padri Predicatori agli acquavivesi ed in particolar modo ai Signori di Acquaviva (vedi stemma esterno alla chiesa). Subito dopo, nel 1617, (un secolo e mezzo dopo dalla fondazione del Convento) si inizia a parlare dei lavori per la costruzione della chiesa di San Domenico. Tale costruzione fu resa possibile grazie al Signore di Acquaviva Paride Pinelli (prima della venuta della Famiglia DeMari nel 1664). Il Convento dei Frati Domenicani era il più florido del territorio in quanto avevano beni immobili, possedimenti terrieri. Difatti i domenicani influenzarono notevolmente l’aspetto economico, sociale e soprattutto culturale dell’intera città (il convento divenne un vero e proprio polo culturale). Le sorti dei Domenicani iniziano a farsi difficili a partire dal 1799. Nel 1799 ci furono moti rivoluzionari e dei briganti saccheggiarono il Convento spogliandolo di tutte le sue ricchezze. Un’altra data da ricordare è il 1809. Nel 1809 l’Italia Meridionale era occupata dai francesi capeggiati da Napoleone Bonaparte. In seguito all’emanazione delle leggi napoleoniche i conventi vennero soppressi. Il Convento di San Domenico (il nome del Convento cambiò da Santa Maria di Loreto a San Domenico)venne soppresso. Nel 1811 abbiamo la completa disfatta dei domenicani i quali dovettero abbandonare il Convento. In sostanza il Convento venne ceduto allo Stato che a sua volta vendette i locali dell’ex Convento ai privati; nel frattempo la Chiesa di San Domenico venne riconsegnata alla Confraternita del SS.mo Rosario (fino a quando la chiesa di San Domenico diventa parrocchia).  Negli ultimi anni si sta cercando di ricostituire l’assetto dell’antico Convento rilevando i locali annessi alla Chiesa. Con il passar del tempo Acquaviva ha avuto un forte incremento demografico. Ciò ha portato  ad una espansione della Città…il quartiere della futura Parrocchia di San Domenico inizia a prendere forma.

Per questo motivo ci fu la necessità di incrementare Acquaviva di un’ulteriore unità pastorale.

Così il 4 Aprile 1937 il Vescovo-Prelato di Acquaviva delle Fonti Mons. Domenico Dell’ Aquila (dopo tante difficoltà) riuscì a fondare la Parrocchia di San Domenico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.